L’orso polare (Ursus maritimus), nell’immaginario comune, è forse l’animale simbolo dell’Artico. E’ un mammifero appartenente alla famiglia degli Ursidi, che vive in tutta la regione artica, dal Polo Nord alle aree settentrionali di Alaska, Canada, e Russia, nonché in Groenlandia e sulle Isole Svalbard. E’ il carnivoro terrestre più grande del nostro Pianeta: gli esemplari di maschio adulto pesano mediamente dai 350 ai 700 kg e misurano dai 2,4 ai 3 m di lunghezza. Le femmine sono grandi circa la metà dei maschi e pesano tra 150 e 250 kg.

Si trova al vertice della catena alimentare e si nutre prevalentemente di foche, ma anche di piccoli trichechi, molluschi, granchi, pesci, uccelli marini e cetacei. La popolazione attuale di orsi polari è stimata intorno alle 25 mila unità, il 60% delle quali si trovano in Canada.

Sebbene venga chiamato anche orso bianco, in realtà i suoi peli non sono bianchi, ma trasparenti. Analizzando nel dettaglio il manto dell’orso polare si può infatti osservare che ogni singolo pelo è un tubolare cavo traslucido, che permette di catturare i raggi solari e li convoglia verso la cute, che è nera. I peli appaiono bianchi perché tali cavita disperdono e riflettono la luce visibile.

Gli orsi polari, per via delle loro grandi dimensioni e della loro forza, possono essere pericolosi per l’uomo. Per questa ragione gli abitanti che vivono nelle regioni artiche, quando si muovono fuori dai confini dei villaggi, sono armati. Persino i ricercatori devono seguire un corso, che comprende l’uso di fucili e pistole, su come comportarsi in caso di avvistamento di orsi. Ultimamente questi sono arrivati molto vicini alle zone abitate delle Svalbard. Infatti, a causa dello scioglimento dei ghiacci marini, gli orsi trovano difficoltà a procacciarsi il cibo e questo li spinge ad avvicinarsi agli insediamenti umani. Negli ultimi anni sono stati visti anche nel villaggio di Ny-Ålesund, affaticati e alla ricerca di cibo. L’orso polare è una specie protetta e non lo si può uccidere, se non in caso di reale pericolo, ma solo tentare di allontanarlo, usando tutti i mezzi a disposizione.

modello Orso polare

L’esemplare in esposizione durante l'anteprima a Genova è stato prestato dal Museo Civico di Storia Naturale di Genova

© 2016 CNR. All Rights Reserved

Percorso